Lo stesso studio ha rilevato che i consumatori del porno gratis erano meno propensi a intervenire nel caso in cui assistessero a una violenza sessuale in atto. In uno studio condotto su giovani adolescenti in tutto il sud-est degli Stati Uniti, il 66% ha riferito di aver consumato porno gratis nel corso dell’anno passato. Un’esposizione così precoce alla porno gratis sembra essere correlata alla perpretazione di abusi sessuali nei due anni successivi. Una recente meta-analisi di 22 studi condotti tra il 1978 e il 2014, provenienti da sette Paesi diversi, ha evidenziato che il consumo di porno gratis si associa a una maggiore probabilità di commettere atti di aggressione sessuale, verbale o fisica, indipendentemente dall’età.

Film Retro: www.pornokura.it

Una meta-analisi del 2015 ha trovato “un’associazione positiva significativa tra l’uso complessivo della pornografia e gli atteggiamenti che sostengono la violenza contro le donne”. Uno studio del 2012 condotto su donne dei college con partner maschili che hanno utilizzato pornografia, hanno dimostrato che le giovani ragazze hanno sofferto di autostima ridotta, pessimi rapporti di qualità e  scarsa soddisfazione sessuale, correlata con l’utilizzo del porno da parte del compagno. Nel frattempo, uno studio del 2004 ha scoperto che l’esposizione a filmati dal contenuto sessuale esplicito affretta in maniera incidente l’inizio dell’attività sessuale negli adolescenti: “La dimensione dell’effetto è tale che il 90% dei giovani che hanno visto sesso in TV ha una probabilità di avviare la propria vita sessuale doppia rispetto al restante 90%,” hanno dichiarato gli autori.